Mete Subacque Travel With Us, Enjoy Your Sea

BIMINI &TIGER BEACH

Pubblicato il 14 giugno, 2018
Google+ Pinterest

BIMINI & TIGER BEACH
di Ivan Costantini e Susanna Cadamuro
articolo scubazone  n°39

Bimini? Tiger Beach? Ma dove si trovano questi posti ? Questo è quello che la maggior parte della gente ti chiede quando hai scattato le ultime magnifiche foto pubblicate sui social più comuni. Sono più di 20 anni che ci immergiamo e ogni anno aumenta la voglia di vedere qualcosa che solo pochi hanno visto. Il mondo social aiuta molto a "sfidarsi" a suon di scatti unici , esclusivi. Ormai anche le Galapagos oppure la Polinesia , mete fino a qualche anno fa accessibili a pochi , sono quotidianamente presenti nei profili social di noi malati chiamati sub. Allora cosa far per stupire ? Cosa far per avere la quasi esclusiva ? Bimini è un'isola dell'arcipelago delle Bahamas . Tiger beach invece è un sito d'immersione raggiungibile dall'isola di Freeport. Ma cosa hanno queste due località di così caratteristico che gli altri posti non hanno ?Qual è il motivo per cui ci siamo spinti ad intraprendere u  viaggio lungo e dispendioso. In queste due località si ha la possibilità di fare incontri che da nessuna altra parte del mondo si possono fare. Incontri con grandi dominatori dei mari, i grandi pelagici squali tigre e squali martello chiamati Grand Marteau . A Bimini in particolare si ha la quasi certezza di incontrare e fotografare i Gran marteau e a tiger beach i famigerati squali tigre . Per affidarci ad un viaggio così particolare ci siamo rivolta a un operatore che per noi è garanzia : Metesubacque . Il top per i viaggi sub. Arrivati a Bimini- via miami- ci siamo regati da uno dei due diving presenti sull'isola : il Big Game Center. Ad attenderci abbiamo trovato una ragazza italiana, Roberta Larosa che ci ha accolti come siamo abituati noi italiani. Lei, calabrese, ci fa sentire a casa. Tutto è molto familiare e confortevole. Sbrigate le procedure di routine siamo pronti fare quello che più desideriamo: incontrare i re indiscussi dei fondali. Non so deve pensare ad una immersione comune. Qui funziona tutto in un altro modo. Si inizia con un brefing lungo quasi 1 ora in cui viene descritto perfettamente il comportamento da tenere in acqua. Finito il brefing inizia la vestizione; l'imbarcazione è talmente comoda che non c'è pericolo di urtarsi o di darsi fastidio a vicenda . Dopo di che si entra in acqua e si scende ad una profondità massima di 9 metri. L'acqua è cristallina , il fondo è bianco e sabbioso. Ci inginocchiamo tutti in fila, posti lateralmente a destra e a sinistra del feeder ( addetto ad integrare con gli squali ). Quest'ultimo rimane in piedi 1 metro avanti a noi con una cesta di acciaio piena di pesce posta ai suoi piedi. Siamo subito accerchiati da decine di squali nutrice in piena attività e non appoggiati sul fondo come solitamente siamo abituati a vedere, ma in continuo movimento . Poco dopo arrivano gli squali martello, inconfondibili per la loro forma e per le loro movenze. Si avvicinano a noi. Sono enormi e bellissimi. Le fotocamere incominciano ad impazzire, gli scatti si susseguono , la mano comincia a tremare e l'adrenalina sale. Il feeder comincia a stuzzicarli mostrando loro il pesce. Quando la bocca si apre in prossimità della preda , la dentatura che riusciamo a vedere incute paura. A turno si cambia posizione per avere la possibilità di immortalare sequenze uniche, esclusive e indimenticabile. Passano i minuti e il via vai di questi maestosi squali martello aumenta. L'area diventa affollata e Roberta (feeder) è bravissima a tener sotto controllo la situazione. Si ha la sensazione che il bello debba ancora arrivare anche se è già tantissimo quello che stiamo vedendo. Ad un tratto tutte le guide si agitano e lo scenario cambia : lo squalo tigre è arrivato. Una femmina di circa 4 metri, inconfondibili le sue striature laterali. Si avvicina ,tantissimo, tanto da riuscire quasi a toccarlo . I nutrice si scansano , i martelli si avvicinano meno frequentemente e lei è la regina indiscussa della scena. Il massimo dell'eccitamento lo raggiungono quando con il suo maestoso muso si appoggia all'oblò della mia custodia fotografica. Ci sentiamo come Jacques Cousteau. Anche noi, come il grande maestro , abbiamo la sensazione che , quando racconteremo quanto visto , la gente ascolterà incredula il nostro racconto. Finisce dopo quasi due ore quella che per noi è la più grande emozione vissuta sott'acqua. I giorni seguenti sono il classico copia e incolla, tanta felicità ed eccitazione . A Bimini è anche presente un centro specifico che studia il comportamento degli squali. Sono presenti molti biologi che arrivano da tutto il mondo per studiare queste specie ancora oggi in pericolo di estinzione. Ci si sposta a Freeport per continuare a sognare . Qui a differenza di Bimini per raggiungere il sito di immersione impieghiamo quasi due ore. I ragazzi del diving sono gentilissimi, l'inconfondibile slang ci fa perdere qualche parola per la strada ma ci portiamo l'esperienza di Bimini che compensa le mancanze . La barca è più piccola e abbiamo la fortuna di scendere solo in cinque. Stessa trasparenza dell'acqua , stesso fondale, stesse modalità. Qui però non c'è nessuna cesta. Qui ci inginocchiamo, si spengono le luci ed inizia il film . Un film dove i protagonisti sono loro: i grandi pelagici. Contiamo almeno 6 specie : Grigi ,Nutrice, Limone, toro, martello, tigre . I tigre la fanno da padrona (non per questo il sito si chiamo Tiger beach). Ti sfiorano ,ti studiano, ti scrutano. La testa continua a girare . Non sappiamo dove guardare. La reflex impazzisce non ha tempo di riposarsi . Dopo 1 ore si risale e le urla di felicità raggiungono le coste della Florida. L'emozione e l'eccitazione è indescrivibile. Abbiamo vissuto quello che ogni sub sogna di vivere. Questo tipo di attività può essere criticata da molti, come al solito le correnti di pensiero sono varie ma chi la vive capisce che praticarla non significa estinguere le specie anzi , il personale del diving in questione mira solo alla salvaguardia della stessa .
Provate gente provate.
Ivan , Guglielmo , Susanna ,Giovanna.


Galleria Immagini

  • BIMINI &TIGER BEACH
  • BIMINI &TIGER BEACH
  • BIMINI &TIGER BEACH
  • BIMINI &TIGER BEACH
Mete Subacque
Indirizzo :

Mete Perdute
Via Firenze, 16 55011 Altopascio (LU)

    Email :
  • Informazioni: info@metesubacque.it
  • Assistenza: elena@metesubacque.it
Ultime Destinazioni in Offerta
     
Newsletter Mete Subacque

Clicca qui per iscriverti


Ultime Newsletter inviate

Richiesta Informazioni
  • *