MALDIVE

Le Maldive sono spesso nei nostri sogni, ma queste isole riescono a superare ogni più spettacolare fantasia. Spiagge bianchissime sospese su una laguna dai mille colori. Distese di palme da cocco che si protendono verso l’acqua fino quasi a sdraiarsi sulla sabbia fine come borotalco. Atmosfera tranquilla, surreale, da vivere tra il mare e i villaggi maldiviani. Andateci e le avrete nel cuore per sempre.

Le Maldive sono considerate oggi tra le  migliori destinazioni subacquee al mondo, per l’incredibile varietà della fauna marina e per la temperatura dell’acqua che non scende mai al di sotto dei 27°C.

Un vero paradiso incontaminato che vi conquisterà.
 

maldive – le meraviglie dell’oceano indiano

MALDIVE

Le Maldive sono una delle mete turistiche più amate e rappresentano, per molti, il sogno di una vacanza all’insegna del relax e del sole, cullati dalle onde su una bianca spiaggia corallina. Ed infatti le Maldive sono questo, ma anche molto di più.

Un arcipelago di circa 1200 isole, contando anche quelle più piccole e con pochissima vegetazione, spesso molto diverse tra loro, circondate da grandi o piccole lagune, ed abitate da una fauna e flora interessante e varia. Numerose sono poi le lingue di sabbia, che l’alta marea copre quasi completamente, e che, quindi, le piante non riescono a colonizzare, ma ci riescono vari tipi di uccelli che lì abitano e, spesso, depongono le uova. Di tutte queste isole, solo una piccola percentuale è abitata dai maldiviani, un popolo islamico evoluto con una cultura aperta e con profonde radici storiche.

E poi… il mare. La barriera corallina maldiviana è tra le più ricche al mondo. Un ecosistema stabile e vario, che regala a subacquei e snorkelisti la possibilità di fare incontri straordinari anche in acque poco profonde, nuotando accanto a mante giganti , tartarughe, aquile di mare e persino il grande squalo balena. In acque più profonde si potrà avere la fortuna di vedere gli squali martello, i grandi banchi di barracuda, tonni e altri pelagici. Questa moltitudine di animali deve la sua presenza al corallo, essenzialmente. E’ proprio il reef, costruito da fragili e piccolissimi animali a creare quell’ecosistema indispensabile alla vita di tante specie.

L’ emozione inizia già in volo, all’ atterraggio, con la possibilità di ammirare uno scenario unico di ghirlande e festoni di isole smeraldine incastonate in un mare di turchese.

Delle isole Maldive, distribuite su 26 atolli naturali, soltanto circa 200 sono abitate, mentre poco più di 100 sono adibite a villaggi turistici e le rimanenti sono deserte e talvolta costituite solo da un banco di sabbia. La caratteristica sabbia bianca di queste isole è prodotta all’erosione delle barriere coralline ad opera del mare, ma anche di alcune specie ittiche che si cibano del corallo per restituirlo sotto forma di sabbia insieme con le feci. L’elevazione massima è di 2 mt s.l.m., e a parte l’unicità dell’isola di Fuvahmulah dov’è presente un piccolo lago, nel profondo sud delle Maldive, non vi sono sorgenti d’acqua.

Le barriere oceaniche degli atolli sono interrotte da canali o pass,che permettono il ricambio delle acque interne, determinando forti correnti in entrata e in uscita, specialmente durante le maree. Quasi tutte le isole sono circondate da una propria barriera corallina che racchiude una laguna, generando scenari paesaggistici di incomparabile bellezza.

Clima. Il clima delle Maldive è monsonico. Il monsone secco s’instaura da dicembre ad aprile ed è caratterizzato da piogge deboli e poco frequenti; quello umido, da maggio a novembre, porta piogge più frequenti che possono durare alcune ore e talvolta giorni interi. Per quanto riguarda Il vento è generalmente caratterizzato da una brezza debole (5-10 nodi), che può divenire moderato (15-20 nodi) anche per giorni o settimane, specialmente nei periodi di cambio del monsone. Essendo situate nella fascia tropicale equatoriale, le Maldive normalmente non sono soggette agli uragani.

La temperature variano tra i 26° e i 31°C tutto l’anno nelle zone intermedie tra il nord ed il sud dell’arcipelago, con escursioni termiche giornaliere e notturne molto contenute.

Il mese più caldo è aprile, mentre i più secchi e soleggiati risultano febbraio e marzo; inoltre la costante presenza della brezza monsonica riesce ad attenuare la sensazione di calore e di afa, rendendo il clima, al di fuori dei periodi piovosi, sicuramente apprezzabile o tollerabile nonostante l’umidità relativa media decisamente elevata.

La temperatura dell’acqua oscilla fra i 28-29°C delle acque extralagunari e i 30-32°C delle lagune, con un termoclino praticamente nullo. Le massime precipitazioni si verificano nei mesi fra maggio e dicembre, mentre in febbraio e marzo sono molto ridotte.

INFORMAZIONE IMPORTANTE

Il Dipartimento dell`Immigrazione delle Maldive ha reso noto che a partire dal 5 gennaio 2016,  è necessario il possesso del passaporto elettronico per poter entrare nel Paese (in Italia, passaporti emessi a partire dal 1° novembre 2006).
Ai passeggeri che viaggiano con un documento di vecchio tipo potrà essere pertanto rifiutato l`ingresso nel Paese.

Queste sono solo alcune delle strutture che possiamo offrirvi , in realtà collaboriamo con numerosi altri resort e  guesthouse . Mandateci la vostra richiesta indicandoci le vostre esigenze e vi suggeriremo  l’isola più adatta a voi . Affidatevi  agli specialisti !

TI ASSICURIAMO LA TUA VACANZA

In caso di una nuova emergenza sanitaria COVID 19
e quindi l’impossibilità di spostamenti tra regioni
TI GARANTIAMO IL RIMBORSO DELLA VACANZA

error: Contenuto protetto !!
Richiedi un preventivo

Compila il form e ti contattiamo noi!

Torna su